Cos’é il Pilates

A proposito del Pilates

Movimento consapevole. Forza del centro. Stabilità del centro.

Avete già sentito questi termini, ma che cosa significano? Beh, sono molto più che le ultime parole d’ordine in ambito fitness – sono la chiave per uno stile di vita sano attraverso il movimento consapevole e il Pilates.

Il Pilates è un sistema innovativo e sicuro per esercitare la mente e il corpo utilizzando un tappetino o una varietà di attrezzature. Si è evoluto dai principi di Joseph Pilates ed è in grado di trasformare radicalmente il modo in cui il tuo corpo appare, si sente ed esegue i movimenti. Il Pilates ti rende più forte senza abusare di carichi, è capace di creare un corpo elegante e tonico con cosce snelle e un addome piatto. (Sì, lo sappiamo – chi non vuole tutto questo?).

Si tratta di un sistema di esercizio sicuro e sensato che ti aiuterà ad apparire e sentirti molto meglio. Insegna la consapevolezza del corpo, una buona postura e un movimento facile e grazioso. Il Pilates migliora anche la flessibilità, l’agilità e il modo di muoversi. Può anche contribuire ad alleviare il mal di schiena.

Non importa quale siano la tua età o condizione fisica, sarà efficace anche su di te, ma non limitarti a prenderci in parola. Secondo lo SGMA, solo negli Stati Uniti quasi nove milioni di persone hanno fatto Pilates nel 2009 – un aumento vertiginoso del 456% dal 2000.

Provalo!

Sei nuovo nel mondo del Pilates e ti stai chiedendo come iniziare? Visita le nostre pagine Personal Pilates (link) per saperne di più sui vantaggi del Pilates Mat o con attrezzature, in uno studio o in casa. Inoltre ottimi prodotti Pilates che ti consigliamo (link) per iniziare. Per trovare uno studio, un club, un centro di riabilitazione o un centro benessere vicino a te che offre lezioni di Pilates, visita il nostro Pilates Studio Finder (link).

Cosa sono gli esercizi di movimento consapevole (corpo mente?)?

Il movimento consapevole come il Pilates è un’attività che trova il proprio punto chiave nella concentrazione mentale sui movimenti fisici che si stanno eseguendo. Con questo tipo di esercizio viene accentuata la qualità del movimento rispetto alla quantità. Vedrai spesso istruttori che utilizzano molti “cues” verbali e che insegnano cose come la qualità del respiro, l’inspirazione e l’espirazione ritmica durante l’esercizio, e il corretto allineamento del corpo.

In poche parole l’esercizio consapevole contribuisce alla forma fisica generale e la assiste con l’impegno della mente.

 

I benefici del Pilates

Il Pilates può fare davvero la differenza per la tua salute senza chiedere il conto al tuo corpo.

Un piacevole allenamento consapevole

Ponendo l’attenzione su una corretta respirazione, un corretto allineamento della colonna vertebrale e pelvico, e una concentrazione sul movimento fluido e scorrevole, entrerai molto in sintonia con il tuo corpo. Imparerai a controllarne davvero il movimento.

Nel Pilates la qualità del movimento ha più valore rispetto alla quantità di ripetizioni. Una corretta respirazione è essenziale, e ti aiuta ad eseguire movimenti con la massima potenza ed efficienza. Ultimo, ma non meno importante, imparare a respirare correttamente può ridurre lo stress.

Sviluppa un centro forte – un addome piatto e una schiena forte

Gli esercizi di Pilates sviluppano un forte “core”, o centro del corpo. Il centro è costituito dai muscoli addominali profondi insieme ai muscoli più vicini alla colonna vertebrale. Il controllo del centro è ottenuto integrando il tronco, il bacino e il cingolo scapolare.

Guadagno a lungo termine, muscoli agili e flessibilità

Molti allenamenti convenzionali o tradizionali stanno dando peso e tendono a costruire muscoli corti e massicci – il tipo più incline a lesioni. Il Pilates allunga e rafforza, migliorando l’elasticità muscolare e la mobilità articolare. Un corpo con forza equilibrata e flessibilità è meno soggetto ad infortuni.

Crea un corpo uniformemente in forma, migliora le prestazioni sportive, e previeni gli infortuni

Allo stesso modo, molti di questi stessi allenamenti convenzionali tendono a lavorare sempre gli stessi muscoli. Questo porta i muscoli deboli ad indebolirsi e i muscoli forti tendono rafforzarsi. Il risultato è uno squilibrio muscolare – una delle cause primarie di lesioni e del mal di schiena cronico.

Il Pilates mette in forma tutto il corpo, anche le caviglie e i piedi. Nessun gruppo muscolare è troppo o troppo poco allenato. La vostra intera muscolatura è equilibrata e in forma, ti aiuta a godere di attività quotidiane e sport con maggiore facilità, migliori prestazioni e meno possibilità di lesioni. Ecco perché così tante squadre sportive professionali e atleti d’elite ora usano il Pilates come parte cruciale del loro regime di allenamento.

Impara a muoverti in maniera efficiente

Gli esercizi di Pilates allenano diversi gruppi muscolari contemporaneamente in un movimento fluido e continuo. Con lo sviluppo di una tecnica corretta, puoi effettivamente re-istruire il tuo corpo a muoversi secondo modelli di movimento più sicuri e più efficienti – prezioso per il recupero da infortuni, per la prestazione negli sport, per una buona postura e una salute ottimale.

È dolce…

Molti degli esercizi sono eseguiti in posizione supina o seduta, e la maggior parte sono a basso impatto e con un rilevamento di peso variato(?). Il Pilates è così sicuro da essere usato nelle strutture di fisioterapia per riabilitare le lesioni.

Ma è anche una sfida…

Il Pilates è anche un sistema di esercizio estremamente flessibile. Le modifiche agli esercizi consentono una serie di difficoltà che vanno dai principianti agli avanzati. Fai l’allenamento che meglio ti si addice ora, e aumenta l’intensità a seconda delle condizioni fisiche del tuo corpo.

Provalo!

Sei nuovo nel Pilates e ti stai chiedendo come iniziare? Visita le nostre pagine di Personal Pilates (link) per conoscere meglio i benefici del Pilates utilizzando materassini o attrezzature, in uno studio o in casa. Inoltre grandi prodotti Pilates che ti consigliamo (link) per poter iniziare. Per trovare uno studio, un club, un centro di riabilitazione o un centro benessere vicino a te che offra lezioni di Pilates, visita il nostro Pilates Studio Finder (link).

 

Origini del Pilates

Che cos’è tutto questo trambusto?

Che cos’è tutto questo trambusto? Dopo decenni come allenamento d’élite, il Pilates è entrato nella corrente principale del fitness circa dieci anni fa e sta andando forte da allora. Quale storia affascinante sta dietro le origini del Pilates? Ecco un breve sguardo la sua storia.

Com’è cominciato tutto

Joseph Hubertus Pilates nasce a Monchengladbach in Germania nel 1883. Da bambino, Joe ha l’asma e altri disturbi. Si rivolge alla ginnastica e all’atletica per combattere questi disturbi ed è sempre impegnato a studiare vari regimi di esercizio per espandere la sua base di conoscenza. Si innamora dell’ideale greco classico di un uomo equilibrato nel corpo, mente e spirito, e comincia a sviluppare il proprio sistema di esercizio in base a questo concetto.

Diventato adulto, Joe non è più il bambino malato che era stato una volta e diventa un abile sciatore, tuffatore, ginnasta, e pugile.

Nel 1912 Joe va in Inghilterra, dove lavora come istruttore di autodifesa per gli investigatori di Scotland Yard. Allo scoppio della prima guerra mondiale, Joe viene internato come “nemico alieno” con altri cittadini tedeschi. Durante il suo internamento, Joe affina le sue idee e allena gli altri internati con il suo sistema di esercizio fisico. Trucca le molle per letti d’ospedale, consentendo ai pazienti costretti a letto di fare esercizio fisico contro una resistenza, una novità che porterà ai suoi successivi disegni di apparecchiature. Un’epidemia di influenza colpisce l’Inghilterra nel 1918, uccidendo migliaia di persone, ma nessuno di coloro che sono stati allenati da Joe muore. Questo, afferma lui, testimonia l’efficacia del suo sistema.

Dopo il suo rilascio, Joe torna in Germania. Il suo metodo di esercizio acquista favore nella comunità della danza, soprattutto attraverso Rudolf von Laban, creatore della forma di notazione della danza più ampiamente usato oggi. Hanya Holm adotta molti degli esercizi di Joe per il suo programma di studi di danza, e sono ancora parte della “tecnica Holm.” Quando i funzionari tedeschi chiedono a Joe di insegnare il suo sistema di esercizi all’esercito, lui decide di lasciare la Germania per sempre.

Il Pilates arriva negli U.S.

Nel 1926, Joe emigra negli Stati Uniti. Durante il viaggio incontra Clara Zeuner, che poi sposerà (molte persone non sanno che Clara era la terza moglie di Joe). Joe e Clara aprono una sala fitness a New York, condividendo l’indirizzo con il New York City Ballet.

Agli inizi degli anni ‘60, Joe e Clara possono contare tra i loro clienti molti ballerini di New York. George Balanchine ha studiato “da Joe “, come lo chiamava lui, e ha anche invitato Pilates ad istruire le sue giovani ballerine al New York City Ballet.

Pilates stava diventando popolare anche al di fuori di New York. Come il New York Herald Tribune ha osservato nel 1964: “nelle lezioni di danza in giro per gli Stati Uniti, centinaia di giovani studenti si rendono flessibili quotidianamente con un esercizio che conoscono come ‘pilates’, senza sapere che la parola ha la P maiuscola, e un omonimo che vive e respira bene“.

I suoi studenti cominciano ad insegnare

Mentre Joe è ancora in vita, due dei suoi studenti, Carola Trier e Bob Seed, aprono i propri studi. La Trier, una ballerina, trova la via degli Stati Uniti diventando una contorsionista dopo la fuga da un campo di detenzione nazista in Francia. Trova Joe Pilates nel 1940, quando un infortunio fuori dal palcoscenico anticipa la fine della sua carriera artistica. Joe Pilates aiuta la Trier ad aprire il proprio studio alla fine degli anni ‘50. Joe e Clara rimangono molto amici della Trier fino alla loro morte.

Bob Seed è un’altra storia. Un ex giocatore di hockey diventa un appassionato di Pilates, Seed apre uno studio dall’altra parte della città rispetto a Joe e cerca di portare via alcuni dei clienti di Joe aprendo molto presto la mattina. D’accordo con John Steel, il business manager di Joe e Clara, un giorno Joe va da Seed con una pistola e avverte Seed di andarsene dalla città. Seed se ne va.

Joe continua ad allenare clienti nel suo studio fino alla sua morte nel 1967, all’età di 87 anni. Quando muore, non lascia volontà e non designa nessuna linea di successione per il lavoro Pilates da portare avanti.

Tuttavia, il suo lavoro sarebbe rimasto e alla fine fiorisce in gran parte grazie ai suoi protetti, chiamati gli “elders” (anziani).

Gli “elders”

Clara continua ad operare quello che era conosciuto come lo Studio Pilates sulla Eighth Avenue a New York. Romana Kryzanowska diventa la direttrice intorno al 1970. Kryzanowska aveva studiato con Joe e Clara nei primi anni 1940 e poi, dopo una pausa di 15 anni trascorsi in Perù, torna per riprendere i suoi studi.

Insieme a Carola Trier, diversi studenti di Joe e Clara decidono di aprire i propri studi. Ron Fletcher è un ballerino di Martha Graham che studia e si consulta con Joe dal 1940 in poi, in relazione ad una malattia cronica del ginocchio. Fletcher apre il suo studio a Los Angeles nel 1970 e attira molte star di Hollywood. Clara era particolarmente affezionata a Ron e gli dà sua benedizione per portare avanti il ​​lavoro e il nome di Pilates. Fletcher apporta alcune innovazioni e miglioramenti al lavoro di Pilates. Le sue variazioni in evoluzione del Pilates sono state ispirate sia dai suoi anni come ballerino di Martha Graham che da un altro mentore, Yeichi Imura.

Anche Kathy Grant e Lolita San Miguel sono studenti di Joe e Clara che diventano insegnanti. La Grant assume la direzione dello studio di Bendel nel 1972, mentre la San Miguel continua ad insegnare Pilates al Ballet Concierto de Puerto Rico a San Juan, Puerto Rico. Nel 1967, poco prima della morte di Joe, sia alla Grant che alla San Miguel sono stati rilasciati dei titoli dalla State University di New York per insegnare Pilates. Questi due sono ritenuti essere le uniche insegnanti di Pilates certificate ufficialmente da Joe.

Tra gli altri studenti di Joe e Clara che hanno aperto i propri studi ci sono Eve Gentry, Bruce King, Mary Bowen e Robert Fitzgerald. Eve Gentry, una ballerina che insegnò presso lo Studio di Pilates a New York dal 1938 al 1968, ha insegnato Pilates nei primi anni ‘60 anche presso il New York University’s Theater Department. Dopo aver lasciato New York, apre il suo studio a Santa Fe, Nuovo Messico. Membro della facoltà della Scuola Superiore per le Arti dello Spettacolo, Gentry è stata anche co-fondatrice della Danza Notazione Bureau. Nel 1979, le fu dato il titolo di “pioniere della Moderna Dance Award” dal Bennington College.

Bruce King si allena per molti anni con Joseph e Clara Pilates ed è stato membro della Merce Cunningham Company, Alwyn Nikolais Company, e della sua stessa Bruce King Dance Company. A metà degli anni ‘70 King apre il proprio studio nella 160 W. 73rd Street a New York City.

Mary Bowen, analista junghiana che studia con Joe a metà degli anni ‘60, inizia ad insegnare Pilates nel 1975 e fonda “Your Own Gym”a Northampton, Massachusetts.

Robert Fitzgerald apre il suo studio sulla West 56th Street negli anni ‘60, dove ha avuto una vasta clientela proveniente dalla comunità della danza.

Hollywood aiuta

Nel 1970, celebrità di Hollywood scoprono il Pilates attraverso lo studio di Ron Fletcher a Beverly Hills.

Dove le star vanno, i media le seguono. Alla fine degli anni ‘80, i media cominciano a comprendere il Pilates ampiamente. Il pubblico ne prende atto, e gli affari nell’ambito Pilates si espandono. Non più allenamento d’élite, Pilates entra nella corrente del fitness. Non è solo presente nelle strutture per il fitness di tutto il mondo, ma diventa un complemento di allenamento fondamentale per gli atleti d’elite in tutto il mondo tra cui la NFL, NBA, MLB, MLS, NHL e molti atleti olimpici. Oggi, oltre 10 milioni di americani praticano Pilates, e i numeri sono in continua crescita.

“Sono cinquant’anni in anticipo sui miei tempi”, ha affermato una volta Joe.

Aveva ragione.