Formazione Pilates | Calendario 2024 Scopri di più

Perché la tua prima lezione di Pilates con gli attrezzi potrebbe essere la peggiore

Perché la tua prima lezione di Pilates con gli attrezzi potrebbe essere la peggiore

di Trissi Pearce

Sì, hai letto bene! E sento la voce nella tua testa che dice ‘Non me la stai vendendo bene.’

Ora lasciami continuare: potrebbe essere la peggiore, miglior cosa che tu abbia mai fatto per te stesso, in tutta la tua vita, e ci sono letteralmente in tutto il mondo milioni di appassionati di Pilates che te lo possono garantire!

Quindi da dove iniziamo? Tutti devono iniziare da qualche parte. Ognuno deve essere un Principiante in ogni nuova cosa che inizia nella propria vita. Non diciamo ai bambini, “Oh, il tuo primo passo sarà difficile, ma se non ti piace, non riprovare”. Sarebbe ridicolo, non credi?

Stessa cosa quando vedo i nuovi clienti che vengono a una lezione di Pilates sugli attrezzi e non tornano più; succede, non troppo presto, ma succede.

In quel caso mi chiedo cosa avrei potuto fare meglio. Come avrei potuto affrontare la lezione diversamente, in modo che anche loro possano vedere quello che vedo io, quello che possiamo vedere come grande comunità del Pilates?

Lo sappiamo tutti molto bene come sia veramente potente il Pilates, vediamo come cambia la vita delle persone ogni giorno, ogni settimana, ogni mese, mentre vediamo quei ‘Principianti’ diventare esperti, condividendo il proprio viaggio con il nuovo cliente accanto a loro. Vedere evolversi quei Principianti che sono quasi caduti dalla sedia (cioè dalla Wunda Chair) nella loro prima lezione, quando abbiamo chiesto loro di fare un certo esercizio – essendo quasi certi che non c’era modo che potessero farlo… o guardare i clienti più esperti realizzare atti coordinati di bellezza, rendendoli facili e senza sforzo – ah, se solo fosse vero.

Eseguito in modo tecnicamente corretto, il Pilates sembra facile e senza sforzo, come se qualcuno stesse semplicemente ‘sbattendo le braccia e le gambe’ – si, questo è il modo in cui qualcuno mi ha descritto il Pilates in passato e sono sempre pronto a suggerire loro di venire a provare di persona. Ma ovviamente bisogna iniziare come Principianti, cosa che per alcuni potrebbe sembrare troppo facile, per altri quasi troppo difficile e con tutte le sfumature intermedie di grigio all’interno del Pilates.

Vedi il Pilates è come imparare una nuova lingua, non solo per la mente, ma anche per il corpo, e questa novità può allontanare le persone dall’impegnarsi in qualcosa che può davvero cambiare la vita. Anche se sei super in forma, puoi riceverne così tanti benefici, se vuoi migliorare le tue prestazioni.

Una nuova cliente ha iniziato ad allenarsi con noi durante le vacanze e ha cercato uno studio quando è tornata a casa. Ha spiegato di aver visitato il nuovo studio e di essersi seccata, ritrovandosi in un gruppo di Reformer di 12 persone, “Dove non hai idea di cosa stiano facendo”. Ci ha poi spiegato che così per lei non era divertente.

La cosa importante come principiante è trovare uno studio che faccia al caso tuo. Alcuni clienti ameranno l’esperienza, e altri avranno bisogno di qualcosa in più. Tutti i partecipanti eseguono lo stesso programma, solo con modifiche diverse in base all’esperienza? Hai un tuo programma personalizzato? Danno lezione in gruppi piccoli o grandi? Hanno solo macchine Reformer o un’intera gamma di attrezzi che impari man mano ad usare?

Vedi, il Pilates è come una scatola di cioccolatini ed esistono tanti stili diversi di allenamento: non mollare solo perchè il primo cioccolatino che hai assaggiato non era quello che volevi o ti aspettavi. 

BIOGRAFIA

Trissi Pearce

Head Trainer e fondatrice di Pilates Addicts

“Mi sono ritrovata con diversi dischi vertebrali danneggiati a seguito di un incidente”, ha detto Trissi. “Quello è stato il momento in cui il Pilates ha brillato come una luce guida!” L’Head Trainer e fondatrice di Pilates Addicts è diventata una pioniera del Pilates nella nostra regione, dopo aver iniziato la sua pratica sulla Sunshine Coast, in Australia, alla fine degli anni ‘90. Ha iniziato a regolarizzare le sue qualifiche mentre studiava Scienze motorie e sportive all’Università. Trissi è stata una runner di distanza da adulta e un’atleta di livello nazionale durante gli anni della scuola superiore, allenata dal Rumeno Mike Danilla, assieme a Cathy Freeman e molti altri atleti australiani e internazionali di alto livello, mentre frequentava la Kooralbyn International Boarding School. Mentre si riprendeva dall’infortunio alla schiena nel 2012, sapeva che il Pilates doveva essere di nuovo in prima linea nella sua via – e sapeva che il Pilates era la chiave per riabilitare il suo infortunio alla schiena, con l’obiettivo di tornare a correre. E come avrai intuito, questo episodio è stato così importante da cambiare il corso della sua vita, essendo il catalizzatore per la creazione del suo Studio di Pilates, poiché non c’era nessuno che faceva quello per cui lei si era formata, con il suo stile.
Trovi Trissi su Instagram: pilatesaddicts.

Articoli correlati

Leggi tutto
Leggi tutto
Leggi tutto
Leggi tutto
Leggi tutto
Leggi tutto
Leggi tutto
Leggi tutto
Leggi tutto